dal 1952, 65 anni di passione, successi e amici

Anni 1950

1952

Già alla fine del 1948, una gaia brigata di appassionati della montagna tentava di mettere assieme un coro, visto che ad ogni gita, inevitabilmente venivano intonati i tipici canti alpini. Quello che Ii spronava maggiormente, era proprio I’assieme e la buona intonazione che riuscivano ad esprimere, pur senza un minimo di preparazione. I vari tentativi ebbero

successo solo qualche anno dopo, quando ai primi giorni di aprile del 1952, il coro faceva ufficialmente il suo debutto al Cinema Teatro S. Michele quale coro sociale del C.A.I. (Club Alpino Italiano). Artefice primo di questa volontà, con I’appassionata tenacia che lo ha sempre distinto: il Maestro del coro prof. Aldo Policardi, coadiuvato dai Soci fondatori. Naturalmente I’attività concertistica nei pr

imi anni è piuttosto contenuta e svolta esclusivamente al teatro S. Michele, con programmi di canti alpini e quasi sempre abbinati a documentari sulla montagna. Nel 1953 il repertorio comincia ad arricchirsi di brani popolari, villotte e addirittura di un brano lirico, il brindisi dell’Ernani che il coro eseguirà assieme ad altri due, nel finale di un concerto benefico. Ed ecco che anche nel 1954 il Coro a un’altro passo importante della sua storia, esce dalle mura cittadine per farsi conoscere in Regione. Dopo qualche concerto al teatro S. Michele e al Circolo della “E. Solvay”, in giugno fa la sua prima uscita a Romans per un concerto il 5 di settembre e ad un mese di distanza, cioè ai primi di ottobre, partecipa al III Concorso di villotte e canti friulani a Passons, classificandosi al 4° posto. Nella serata dello stesso giorno si esibiva anche alla “Sagra dell’Uva” a Udine. Questa è stata l’ultima esibizione con Ia sigla del C.A.I., perché alla fine dello stesso mese di ottobre, il Coro passerà a far parte del Circolo Ricreativo Aziendale “E. Solvay”. Con il nuovo nome, già al 21 gennaio del 1955, partecipa fuori scena, ad una commedia burlesca che la compagnia di prosa del Circolo stesso interpreta. In primavera, per la prima volta, la RAI di Trieste richiede la registrazione di brani popolari triestini e friulani che il Coro eseguirà in quella sede. Il 23 luglio verrà eseguito un concerto nel salone del circolo “E. Solvay”.

1956
  • 06/05 Registrazione di canti Regionali alla RAI di Trieste
  • 18/05 Concerto nel salone del circolo “E. Solvay”
  • 24/05 Concerto al Circolo Ufficiali dell’U.N.U.C.I. per gli alpini
  • 04/08 Concerto nella sala dell’E.N.A.L. di Pieris
  • 05/08 Concerto al Circolo Ufficiali dell’U.N.U.C.I. peri Fanti
  • 15/10 Concerto alla Società Monfalconese di Mutuo Soccorso
  • 12/12 Concerto al Circolo “E. Solvay” di Monfalcone
  • 19/12 Concerto al Circolo Ufficiali U.N.U.C.I. per gli alpini

Risulta evidente, che in questi anni, le prestazioni del Coro, a parte qualche uscita, si svolgono quasi esclusivamente fra le mura cittadine. Questo non perché il tipo di attività non fosse sentito, anzi, perlomeno il pubblico si dimostrava entusiasta; era forse la mancanza di occasioni o di mentalità da parte delle Associazioni, enti turistici, enti culturali o Assessorati, a servirsi delle prestazioni di un coro, per intrattenere i propri affiliati o i loro simpatizzanti, in qualche serata, nell’occasione di ricorrenze degne di esser festeggiate. Bastava aspettare, il tempo avrebbe lavorato per noi. E così è stato! Chi ha contribuito in modo notevole alla divulgazione del canto corale, e in buona misura dei nostri brani, è stata la RAI. La televisione, nata nel 1954, non era ancora entrata nelle case, e solo qualche Bar, alla sera, dava la possibilità di vedere il programma. Perciò, la quasi totalità delle famiglie si serviva della radio per sentire le notizie, ma soprattutto per ascoltare la musica. Già due registrazioni erano state fatte per la RAI di Trieste e comprendevano buona parte del repertorio, dai canti della montagna ai canti di guerra ed al folclore regionale, che venivano trasmessi quasi giornalmente, entrando così, nelle case della nostra Regione. Anche il Circolo Ufficiali dell’U.N.U.C.I. ha ospitato i concerti del Coro “E. Solvay”.

1957
  • 08/01 Concerto al Teatro Excelsior di Ronchi dei Legionari
  • 11/01 Concerto al Teano S. Michele con il coro Montasio di Trieste
  • 03/05 Partecipazione al Concorso Regionale “A. Illersberg” alla RAI di Trieste
  • 21/05 Concerto al Circolo Impiegati e Professionisti di Monfalcone
  • 29/05 Concerto al Circolo “E. Solvay”
  • 04/06 Concerto a Grado in onore del Congresso Medico Internazionale
  • 20/08 Partecipazione alla “Serata Internazionale” di Villach con Austria e Yugoslavia
  • 25/08 Concerto alla “Festa dell’Amicizia Carnia-Cadore”
  • 02/09 Concerto a Grado in occasione del Congresso Automobilistico Internazionale
  • 29/09 Concerto per la Città di Gorizia ai “Giardini”
  • 07/10 Partecipazione alla I selezione TV per “Voci e volti della fortuna” (GO)
  • 12/10 Partecipazione alla II selezione TV per “Voci e volti della fortuna” (GO)
  • 04/11 Prima partecipazione alla Cerimonia sul sacrario di Redipuglia

Un anno interessante questo, che dopo un paio di concerti, vede il Coro partecipare al Concorso Regionale “A. Illersberg” , organizzato dalla RAI di Trieste, al quale partecipa una nutrita schiera di altri cori, fra i quali l’”E. Solvay” riesce a classificarsi al terzo posto. Dopo aver onorato il Congresso Medico Internazionale di Grado, con un bellissimo concerto, il Coro ha avuto I’opportunità di fare la sua prima uscita all’estero, partecipando alla “I Rassegna Internazionale del folclore” di Villach (A). I brani eseguiti durante la serata, sono stati registrati dalle radio di diverse nazioni, che in seguito le hanno messe in onda sulle loro emittenti. Molto simpatica la partecipazione alla “Festa dell’Amicizia” Carnia-Cadore, con i gruppi locali nei loro caratteristici costumi tradizionali. Il Coro, ha dato il suo contributo per la buona riuscita della giornata, eseguendo un concerto al Passo della Mauria, ed uno a Forni di Sopra. Il 4 novembre 1957, segna l’inizio di una lunga serie di presenze alla cerimonia di Redipuglia, in occasione dell’Anniversario della Vittoria nella prima guerra mondiale.

1958
  • 27/04 Registrazione di canti Regionali alla RAI di Trieste
  • 20/05 Concerto al Circolo “E. Solvay” con i cori “Montasio” e “P. Carniel” di (TS)
  • 09/06 Concerto al Circolo dell’U.N.U.C.I. per la festa del Fante
  • 28/09 Concerto per la Città di Gorizia ai “Giardini” per la”Festa dell’Uva”
  • 03/10 Concerto al Teatrino della Marcelliana per la festa di S. Francesco
  • 04/11 Concerto al Circolo U.N.U.C.I. per la Celebrazione della Vittoria
  • 04/12 Concerto al Circolo dell’U.N.U.C.I. per la festa di S. Barbara

Contrariamente al precedente, quest’anno non è stato particolarmente impegnativo dal lato concertistico, però, in questi frangenti, il Coro ne approfitta per migliorarsi vocalmente e per arricchire il proprio repertorio con brani Più consoni alla continua ascesa musicale. Questo è confermato anche, dalle quasi periodiche richieste da parte della RAI di Trieste, di registrazioni da mandare in onda alla radio, I’ultima delle quali è stata fatta alla fine di aprile. Anche I’Amministrazione Comunale di Gorizia, venuta a conoscenza di un certo coro “E. Solvay”, ha voluto invitarlo alle manifestazioni di contorno durante lo svolgimento della “Festa dell’Uva”, che si è svolta ai Giardini Pubblici di corso G. Verdi alla fine di settembre. Grande solennità è stata data alla elevazione di S. Francesco a Patrono d’Italia. La comunità dei frati francescani della chiesa della Marcelliana, fratelli minori del Santo, ha voluto celebrare degnamente questo evento con vespri, novene, messe solenni e un concerto al teatro parrocchiale, eseguito esclusivamente dal coro “E. Solvay”.

1959
  • 23/01 Concerto al Dopolavoro Aziendale “E. Solvay”
  • 25/04 Partecipazione al II Concorso Regionale O.R.G.A.N. della RAI di Trieste
  • 13/05 Concerto al cinema Rio di Ronchi dei Legionari
  • 15/05 Concerto nel salone del circolo “E. Solvay”
  • 02/06 Concerto a Grado per l’Azienda di Soggiorno
  • 12/06 Concerto nella sala Pio X di Staranzano
  • 04/07 Concerto nella villa ex Parco di Lucinico
  • 03/10 Concerto a Cormons per la “Sagra provinciale dell’uva”
  • 11/10 Concerto di cori nella sala Ginnastica di Gorizia per il 50° di sacerdozio di Mons. Ambrosi
  • 01/11 Commemorazione dei defunti al cimitero comunale
  • 04/11 Partecipazione alla cerimonia sul sacrario di Redipuglia
  • 17/11 Concerto nel salone del circolo “E. Solvay”
  • 27/11 Concerto al teatro Coassini di Gradisca

Le richieste di concerti vanno gradatamente aumentando, ed ogni ricorrenza piccola o grande che sia, richiede ormai Ia presenza del Coro, che si sta creando, almeno in Provincia, un alone di simpatia, sia per i canti che per la cordialità verso il pubblico. Dopo aver partecipato al II Concorso Regionale della RAI a Trieste, il coro si è esibito a Ronchi dei Legionari, Grado, Staranzano, Lucinico, Cormons e a Gradisca. Nella Sala Ginnastica di Gorizia, il Coro ha partecipato alla ristretta Rassegna di Cori in onore del 50° Anniversario di sacerdozio, di Monsignor Ambrosi, Arcivescovo di Gorizia.

Newsletter


Categorie

Archivio articoli